Navigando in questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni. OK, ho capito.

La Prima alla Scala. Chénier, l'amore durante la Rivoluzione: le due parole più dimenticate dalla nostra Età senza grandezza


Erano 32 anni che l'opera di Giordano non andava in scena alla Scala, ed aveva 32 anni Andrea Chénier allorché la ghigliottina pose fine alla sua vita generosa, esposta, coraggiosa, di tutto il coraggio che serve per scrivere male, malissimo, dei giacobini durante il Terrore: «Il giorno della loro morte sarà un giorno di festa e d'allegria pubblica. Gridano ovunque che la patria è in pericolo; questo è purtroppo vero, e continuerà ad essere vero finché loro esisteranno».

Aveva questo vezzo: esecrare l'eccesso quando l'Eccesso regnava. Quando Robespierre, detto "il romano" per le virtù oratorie e l'Incorruttibile per le virtù morali imperava su uomini, donne, su cose, su tutto: tranne sulla sua vita, che gli fu tolta, due giorni dopo.


alt


Questa è la Rivoluzione: rimescolare le carte nel sangue fino alla vittoria. La vittoria del popolo? Sì, all'apparenza sì. Ma solo finché fremono i cuori per la battaglia, perché poi giunge sempre la Restaurazione, giunge sempre «il Dio che agisce nella Storia», che viene da chiedersi: prima, dov'era?

E la risposta più logica è che era anche lì, nelle teste ruzzolanti dal patibolo, perché, se non lo credi, la Provvidenza, per te, non è ma stata. Oppure, lo puoi scegliere, oppure ascrivi la violenza della storia al demoniaco, che è poi una maniera per entrare diritti in quel dualismo Luce/Tenebra che il rassicurante cattolicesimo da duemila anni si affanna vanamente a nascondere.

Ma torniamo all'opera della prima scaligera: la scena più coinvolgente? Senza dubbio l'ultima. Andrea e l'amata Maddalena che antivedono la morte che vien dal sol come l'Aurora e che scorgono in quella morte insieme l'Infinito. Oh, ma queste sono cose letterarie! Oh ma questa è solo poesia! E che andiamo cercando nella vita: prosa?

A presto. 

Edoardo Varini

(7/12/2017)


 

Che cosa è fake, Maria Elena? Tu lo sai?


Impazzano le fake news, le "bufale". La presidente della Camera, Laura Boldrini, ha dichiarato: «Penso non ci siano più dubbi che esista il pericolo che le elezioni italiane siano contaminate dalle fake news». L'ex presidente del consiglio ed attuale segretario del Partito Democratico e gran ciarliere e sommo seminator di panzane Matteo Renzi promuove una legge ad hoc ed una commissione di inchiesta per capire chi mai si nasconda dietro la montagna di palle e strapalle che nuotano nel Web come fittissimi banchi di ipercinetiche sardine.

Curioso è – ma fino a un certo punto – che né a Laura né a Matteo venga da chiedersi se siano fake pur essi. Se in un modo in cui è richiesta verità non sarebbero interrotti, non dirò alla prima sillaba: alla quarta?

La politica non è mai stata il luogo della sincerità, che è poi la parola con cui si indica la verità dei nostri pensieri. Poi esiste la verità fattuale, quella che il fact checking dovrebbe appurare, ma anche qui non appena i fatti diventano importanti, qualcosa al di là del Rischiatutto, le cose si complicano e non poco.


alt


Sarà vero che quando Laura e Matteo parlano del bene degli italiani davvero lo perseguono? E sarà vero che lo saprebbero perseguire? E sarà vero che la botticelliana sottosegretaria alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi è stata politicamente ineccepibile nella gestione dell'affaire Banca Etruria che vedeva tra i protagonisti babbo Pier Luigi?

E sarà opportuno, da parte sua, dalla sua ancora preminente posizione di governo, annunciare un'azione civile per risarcimento danni nei confronti del "dott. Ferruccio De Bortoli" per aver scritto nel suo libro Poteri forti: «Maria Elena Boschi nel 2015, non ebbe problemi a rivolgersi direttamente all’amministratore delegato di Unicredit... chiese a Federico Ghizzoni di valutare una possibile acquisizione di Banca Etruria», quando Ghizzoni nemmeno si sogna di smentire?

E sarà vero che la dignità di una persona politicamente in vista la si difende a botte di denunce e non dando al tempo – della cui galanteria non uno sciocco ma Voltaire in persona mai dubitò – giustappunto il tempo di rimettere a postino tutte le cose?

Insomma, omnia munda mundis. Se non hai l'abitudine al fake non è che te ne occupi tanto. E sai perché? Perché è una battaglia persa. Perché sarebbe molto più costruttivo ed utile al Paese capire che cosa tu, politico, hai in mente. Se hai in mente qualcosa.

A presto. 

Edoardo Varini

(5/12/2017)

 

Da Piazza Maggiore ad una nuova destra

di Edoardo Varini

Della Lega, del disastroso governo, del dovere civile.
Dettagli...

I grandi investitori

Non si diventa grandi investitori senza essere grandi uomini: è questo è il primo messaggio che ricaviamo dalla lettura del...

Dettagli...

Trattato di money management 

Il money management come scienza. Sapere quanto puntare. Per preservare... 


Dettagli...

Di virtù lira sonante

La massoneria nella sua
storia è riuscita a mettere in
comunicazione fra loro saperi, cultura...


Dettagli...

Trading Moderno

Questo libro tratta delle
due seguenti tematiche:
l’utilizzo di tecniche tradizionali “potenziate” da particolari...

Dettagli...

Candlestick Day Trading

È ideale sia per i neofiti,
sia per i trader già affermati
e i numerosi esempi, semplificano quanto
descritto con le parole...

Dettagli...

Uomini di Trading

Storie di vita e di borsa di due trader professionisti.





Dettagli...

Trading in Opzioni

L’ultimo decennio borsistico ha evidenziato il limite principale di gran parte dei prodotti del risparmio gestito: il saper guadagnare...  

Dettagli...

Neural Trading

Le reti neurali al servizio del trading.
Il confronto con le tecniche
tradizionali. La composizione
di un trading system che...

Dettagli...

Pensare
Dio

Un'introduzione storica
alla filosofia della religione

di Linda Trinkaus Zagzebski, tradotto da Edoardo Varini...

Dettagli...

Il Trading Online

Storia, personaggi e servizi della negoziazione telematica di titoli finanziari. VOL. 1 Dallo Sputnik al World Wide Web...

Dettagli...